Bancomat clonati al distributore di benzina

Se usate la carta bancomat, oppure di credito, o prepagata per pagare il rifornimento carburante al distributore di benzina occhio alla truffa.
No…No…Non al prezzo del carburante che sale quando il prezzo del petrolio sale, e rimane fermo quando scende. Ma al rischio di clonazione della carta, già il prezzo del carburante in Italia è al limite della truffa se poi la carta viene clonata oltre al danno la beffa.

E si, perchè anche al distributore di benzina c’è il rischio che la carta venga clonata, non solo su internet, o presso l’ATM bancario o postale. Sono numerose le denunce che arrivano ai Carabinieri in tutta Italia di persone che sono rimaste vittime di una truffa dopo il rifornimento carburante.

Come clonano la cartadi credito.

Di solito i truffatori inseriscono nella fessura dell’ATM del distributore di benzina, dove si inseriscono le carte, una sottile scheda che clona la carta. E con una microtelecamera filmano i clienti che digitano i dati della carta, il pin, sulla tastiera. Successivamente recuperano i dati e svuotano i conti correnti delle vittime che si accorgono della truffa quando consultano i movimenti del conto corrente.

Quali precauzioni prendere quandosi usa la carta al distributore di benzina?

Le precauzioni da prendere quando si paga con la carta per il rifornimento carburante sono le stesse di quelle quando si usa la carta presso l’ATM bancario, lo sportello automatico. Coprite con una mano la tastiera mentre digitate il pin. Senza il pin con la carta clonata non può essere fatto il prelievo. E questo evitato che il conto corrente venga svuotato tramite prelievi da ATM. Spesso, quando l’ATM viene manomesso la carta viene rilasciata con difficoltà, questo può essere un segnale. Può essere fatta una verifica chiedendo informazioni al gestore del distributore.

Cosa fare in caso di clonazione della carta di credito al distributore.

Se ti accorgi di un prelievo non riconosciuto dopo il rifornimento carburane, chiedi il blocco della carta alla tua banca, fai denuncia ai Carabinieri, disconosci il prelievo e chiedi il rimborso. Per migliorare la sicurezza della carta attiva gli sms allert, ogni volta che la carta viene usata si riceve un sms. Così in caso la carta viene usata indebitamente ne viene subito a conoscenza, e non devi attendere che ti arrivi l’estratto conto o consultare i movimenti del conto correte per accorgerti del danno subito.